The American Civil War

Link To This Page — Contact Us —

May 23, 1862 in Front Royal, Virginia

Union Forces Commanded by
Col. John R. Kenly
Strength Killed Wounded Missing/Captured
1,063 32 122 750
Confederate Forces Commanded by
Maj. Gen. Thomas J. Jackson
Strength Killed Wounded Missing/Captured
16,500 est. ? ? ?
Conclusione: Confederate Vittoria
Jackson Campagna Shenandoah Valley

La Battaglia di Front Royal, era conosciuta anche come la Battaglia di Guardia Collina o Cedarville. Front Royal dimostrò che il maggior generale Thomas J. “Stonewall” Jackson utilizzava la topografia e la mobilità della Valle per unire le proprie forze mentre divideva quelle dei suoi nemici. Ad un costo minimo, costrinse il ritiro di un grande esercito dell’Unione colpendo il suo fianco e minacciando la sua parte posteriore.

Dopo la battaglia di McDowell, il maggiore generale Thomas J. “Stonewall” Jackson tornò verso Harrisonburg dove aveva lasciato la divisione del maggiore generale Richard S. Ewell quando si diresse ad ovest. Il generale James Shields aveva lasciato la valle dello Shenandoah, stazionando il maggior generale Nathaniel Banks a Strasburgo con circa 8.000 uomini per bloccare Jackson se fosse tornato a nord. Per proteggere l’area abbandonata dagli scudi, Banks inviò 1.000 uomini e 2 cannoni a Front Royal, a est di Strasburgo sulla ferrovia Manassas Gap.

Il 21 maggio, l’esercito dell’Unione al comando del maggior generale Nathaniel P. Banks, che contava circa 9.000 uomini, era concentrato nelle vicinanze di Strasburgo, con 2 compagnie di fanteria al deposito di Buckton. Il colonnello John R. Kenly comandò 1.063 uomini e due cannoni sul Fronte Reale. Cavalleria confederata sotto il Col. Turner Ashby affrontò Banks vicino a Strasburgo, ma poi si ritirò per unirsi all’esercito principale, che attraversò Massanutten Mountain attraverso New Market Gap per raggiungere Luray.

Il 22 maggio, l’esercito della Valle di Jackson (circa 16.500 uomini) avanzò lungo la fangosa Luray Road fino a dieci miglia dal Front Royal. Il quartier generale di Jackson era a Cedar Point. Il reggimento di cavalleria del colonnello Thomas Munford fu inviato ad est per chiudere Manassas Gap e tagliare le comunicazioni tra Front Royal e Washington, D. C.

La mattina del 23 maggio, l’avanguardia dell’esercito di Jackson raggiunse l’incrocio di Spangler. Qui la cavalleria confederata sotto Ashby e il colonnello Thomas L. Flournoy divergevano verso ovest per attraversare la biforcazione meridionale del fiume Shenandoah al Guado di McCoy. La fanteria continuò a Asbury Chapel e a destra su una strada trasversale per raggiungere Gooney Manor Road. Seguendo questa strada, si avvicinarono Front Royal da sud, bypassando picchetti dell ” Unione di stanza vicino al fiume sulla strada Luray un miglio a sud del palazzo di giustizia. Dopo una piccola schermaglia, i federali si ritirarono.

La brigata principale di Jackson, il maggiore generale Richard Taylor, schierata su Prospect Hill e lungo la cresta ad est. Il battaglione “Tigers” della Louisiana del 1 ° Maryland e del maggiore Roberdeau Wheat fu cacciato in anticipo, entrando nella città e liberandola dagli schermagliatori dell’Unione. Kenly, al comando delle forze dell’Unione, ritirò le sue forze a Camp (Richard’s) Hill, supportato da una sezione di artiglieria. La Union line si estendeva in un arco da South Fork a Happy Creek, difendendo il South Fork bridge. L’artiglieria di Kenly aprì il fuoco e rallentò l’avanzata confederata. Il quartier generale di Kenly era nella casa Vanoort.

La fanteria confederata avanzò attraverso la città, schierandosi in linea di battaglia sotto un accurato fuoco di artiglieria. Una colonna di fianco confederata si mosse verso est, attraversando Happy Creek nel tentativo di forzare il ritiro dell’Unione senza un assalto frontale. Dopo un lungo ritardo a causa delle strade fangose, una batteria di artiglieria rigata è stata dispiegata su o vicino Prospect Hill per contrastare i cannoni dell’Unione su Camp Hill.
Nel frattempo, dopo aver attraversato il South Fork alla Ford di McCoy, Ashby’s e il Tenente Col. La cavalleria di Flournoy (6th Virginia) cavalcò attraverso Bell’s Mill e Waterlick Station per raggiungere l’avamposto dell’Unione a Buckton Depot. Ashby fece un assalto a cavallo, che gli costò molti dei suoi migliori ufficiali prima che i difensori dell’Unione si arrendessero. Ashby tagliò le linee telegrafiche, interrompendo la comunicazione tra l’esercito principale dell’Unione a Strasburgo e la forza distaccata a Front Royal. Quindi divise la cavalleria, inviando il reggimento di Flournoy ad est verso Riverton per minacciare la retroguardia di Kenly. Ashby rimase a Buckton Depot a cavallo della ferrovia per impedire l’invio di rinforzi a Front Royal.

Scoprendo che la cavalleria confederata si stava avvicinando da ovest, Kenly abbandonò la sua posizione su Camp Hill, si ritirò attraverso i ponti South e North Fork e tentò di bruciarli. Posizionò parte del suo comando a Guard Hill, mentre i Confederati correvano avanti per spegnere le fiamme, salvando i ponti. Mentre la fanteria confederata riparava i ponti per un attraversamento, la cavalleria di Flournoy arrivò a Riverton e guadò il fiume, premendo da vicino le forze di Kenly. Non appena la fanteria confederata attraversò, la posizione dell’Unione poteva essere affiancata da una colonna che si muoveva lungo il fiume. Kenly scelse di continuare il suo ritiro, la sua cavalleria in superiorità combattendo un’azione di retroguardia contro la 6a cavalleria della Virginia di Flournoy.

Kenly si ritirò lungo la Winchester turnpike oltre Cedarville, con la cavalleria di Flournoy all’inseguimento. Jackson cavalcò avanti con la cavalleria, mentre la fanteria confederata cominciò ad attraversare i fiumi. Alla Thomas McKay House, un miglio a nord di Cedarville, Kenly si voltò per prendere posizione, schierandosi sulle alture su entrambi i lati del luccio. La cavalleria di Flournoy spazzò i fianchi dell’Unione, causando il panico. Kenly cadde ferito e la difesa dell’Unione crollò. Più di 700 soldati dell’Unione gettarono le armi e si arresero.

La vittoria decisiva di Jackson sulla piccola forza dell’Unione sul Fronte Reale costrinse l’esercito principale dell’Unione a Strasburgo sotto Banks in una brusca ritirata. Jackson ingannò Banks facendogli credere che l’esercito confederato fosse nella valle principale vicino a Harrisonburg; invece aveva marciato rapidamente a nord verso New Market e attraversato Massanutten attraverso New Market Gap fino a Luray. L’avanzata verso Front Royal mise Jackson in grado di muoversi direttamente su Winchester, nella parte posteriore dell’esercito dell’Unione.

Il 24 maggio, Banks si ritirò lungo la Valle Pike a Winchester, molestato dalla cavalleria confederata e dall’artiglieria a Middletown e Newtown, preparando il terreno per la battaglia di Winchester (prima) il giorno seguente.

La confusione generata dall’apparizione di Jackson al Front Royal e la precipitosa ritirata dell’Unione da Strasburgo a Winchester contribuirono materialmente alla sconfitta dell’esercito di Banks a Winchester il 25 maggio. Jackson usò la sua cavalleria a buon vantaggio sul Fronte Reale, per tagliare le comunicazioni dell’Unione ad est e ad ovest e per sferrare il colpo finale a Cedarville.

Jackson era ora situato tra Banks e Washington, DC, mentre Winchester e Harpers Ferry erano indifesi. Sia Jackson e Banks corse verso nord, per incontrarsi di nuovo a Winchester il 25. Sulla penisola, l’esercito del maggior generale Irvin McDowell fu richiamato dal comando del maggior generale George McClellan vicino a Richmond quando Jackson divenne una nuova minaccia nella valle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.