Cinque’ app ‘ per imparare a cucinare

Nove mesi di tempo e 38.500 euro di risparmi sono l’investimento necessario per ottenere il grand diplôme di Le Cordon Blue, una delle più prestigiose scuole di alta cucina. Ma se le tue aspirazioni non sono così alte, puoi risparmiare quell’esborso e ricorrere a una delle seguenti applicazioni con cui sarai in grado di preparare piatti tra i più svariati e imparare a cucinare dal tuo cellulare o tablet.

Nestlè Kitchen

Più di 2.000 ricette compongono il particolare manuale di cucina in formato app per iOS e Android di questo popolare marchio di alimenti e bevande. Per accedere a ogni piatto è possibile utilizzare un motore di ricerca e quindi affinare i risultati con diversi filtri o utilizzare i sottomenu disponibili, come ricette vegetariane, ricette senza glutine, Tipo di cibo, ricette di famiglia o occasioni speciali, tra gli altri.

Una volta selezionata la ricetta, nel suo file troviamo testi con informazioni nutrizionali per porzione (carboidrati, grassi, proteine…), gli ingredienti, le indicazioni per la preparazione e ulteriori suggerimenti. Ma, in aggiunta, la maggior parte di loro hanno associato il link a un video del canale YouTube Nestlé Cocina per seguire il passo dopo passo della preparazione.

Per coloro che non sono sicuri di cosa cucinare, questa applicazione offre due funzioni. Il primo di questi è “My fridge”, un sottomenu in cui l’utente inserisce gli ingredienti e in cambio ottiene suggerimenti sui piatti che possono essere fatti con loro. E, d’altra parte, con l’opzione “Cena Planner”, l’applicazione consiglia una cena complementare al pasto che è stato fatto lo stesso giorno.

Uno dei suoi punti, soprattutto per i più prudenti della loro privacy, è che può essere utilizzato senza registrazione, ma offre anche la creazione di un “singolo utente” che consente di accedere a tutti i siti web e Nestlé, con cui è possibile partecipare a concorsi a premi e promozioni, per fornire il NUMERO, la data di nascita e un indirizzo email. Allo stesso modo, questa registrazione è necessaria per contrassegnare come preferiti le ricette dell’app per salvarle e l’utente può creare le proprie liste.

PetitChef

Secondo le informazioni che appaiono nel motore di ricerca dell’applicazione, PetitChef include più di 20.000 ricette che possono essere filtrate da tre diversi tipi: antipasto, piatto principale e Dessert. Ma per coloro che non vogliono pensarci troppo, non appena si accede all’app, viene offerto il menu del giorno, configurato da una proposta di ciascuna di queste categorie. Se questo suggerimento non è sufficiente, è possibile tornare indietro e consultare i menu dei giorni precedenti.

Una volta selezionata una ricetta specifica, accedendo al suo file troviamo le informazioni con gli ingredienti e il passo dopo passo della sua preparazione. Tutto questo attraverso spiegazioni molto semplici che, a volte, sono accompagnate da foto e video dettagliati, oltre a opinioni fornite dagli utenti, il che conferisce a PetitChef uno strato sociale.

Tuttavia, uno dei suoi aspetti negativi è che visualizza troppa pubblicità durante la navigazione le sue varie caratteristiche.

Come il precedente, PetitChef può essere utilizzato senza registrazione, anche se se l’utente vuole salvare le ricette per creare la sua lista dei preferiti deve creare un account e fornire una e-mail.

È disponibile per dispositivi iOS e Android.

Cookpad

Quello strato sociale di PetitChef prende tutto il rilievo in Cookpad, dal momento che sono gli utenti stessi che caricano su questa applicazione le foto dei piatti che hanno fatto, i loro ingredienti e le fasi per la loro preparazione. Funziona come qualsiasi social network, in modo che prima di tutto è necessario formalizzare una registrazione (tramite Facebook, Google+ o una e-mail) e da lì inizia a configurare il muro in cui si riflette l’attività dell’utente e quella di coloro che seguono.

Secondo i responsabili, circa 200 sono già stati pubblicati.000 ricette e in ognuna di esse vengono sollevati dubbi o vengono forniti consigli a coloro che le hanno condivise, ma è anche possibile stabilire conversazioni private all’interno dell’app grazie a una chat che funziona come qualsiasi applicazione di messaggistica istantanea.

Ha versioni gratuite per iOS e Android, ma anche con un’edizione Premium per entrambi i sistemi operativi per 2,99 euro al mese che tra gli altri vantaggi facilita la ricerca di un piatto specifico attraverso la riorganizzazione dei risultati e consente di scaricare le ricette per consultarli in seguito senza una connessione Internet.

Hatcook

Lanciato nel 2009 sotto il nome di Cosa cucino oggi?, nel 2015 questa applicazione ricetta è stata trasformata in un social network consentendo l’interazione tra la sua comunità di utenti e nel gennaio di questo stesso anno è stato rinominato Hatcook. Secondo i responsabili, questa proposta per iOS e Android ha già superato 2,5 milioni di download e 100.000 utenti registrati che hanno condiviso circa 9.000 ricette.

Il suo funzionamento è molto simile a quello precedente, ma presenta un design più attento nelle foto e nei video che vengono pubblicati, quindi si tratta di una sorta di Instragram per la maggior parte delle cucine. Un altro vantaggio rispetto a Cookpad è che permette la consultazione delle ricette senza registrazione, mentre per caricare le proprie creazioni o interagire con altri utenti è già necessario creare un profilo, e in questo caso, oltre ad una e-mail, è richiesto da altri dati come sesso, data di nascita, luogo e CAP.

Hatcook invece facilita la ricerca di un particolare piatto attraverso l’applicazione di filtri avanzati (ingredienti, difficoltà o tempi di preparazione) e dell’organizzazione delle proposte gastronomiche in categorie (riso, insalate, carni, pesce, dessert…) e collezioni (menu, natale, per sportivi, vegetariani, vegani…).

Recipesfree

Più di 30.000 ricette sono a disposizione di tutti coloro che vogliono imparare a cucinare attraverso questa applicazione per iOS e Android. Questa è un’opzione molto simile a Hatcook, ma con alcuni vantaggi aggiuntivi come la partecipazione a lotterie di oggetti relativi all’argomento che stiamo affrontando, come un sacco di coltelli, un cappello da chef, un set di carving o carte regalo da 20 euro. Tuttavia, al fine di qualificarsi per questi premi è necessario creare un profilo fornendo una e-mail. Questo stesso registro è ciò che facilita la pubblicazione di ricette e l’interazione con altri utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.