Battaglia di Medina

La battaglia di Medina fu combattuta il 18 agosto 1813, tra le forze repubblicane della spedizione Gutiérrez-Magee sotto il generale José Josévarez de Toledo y Dubois e un esercito realista spagnolo sotto il generale Joaquín de Arredondo. La battaglia ebbe luogo venti miglia a sud di San Antonio. La battaglia influenzò i destini di Spagna, Messico, Stati Uniti, Inghilterra e Francia. Il Messico e l’America Latina stavano combattendo contro la Spagna, e gli Stati Uniti erano in guerra con l’Inghilterra nella guerra del 1812. Allo stesso tempo, José Bernardo Gutiérrez de Lara e Augustus William Magee, con l’aiuto degli Stati Uniti, avevano organizzato una spedizione per liberare il Texas dalla Spagna. Il 7 agosto 1812, la spedizione catturò Nacogdoches, Trinidad de Salcedo, La Bahía e San Antonio. Una dichiarazione di indipendenza per lo Stato del Texas sotto la Repubblica del Messico fu proclamata il 6 aprile 1813. La repubblica fu di breve durata. In pochi mesi, un esercito reale venne a reprimere la ribellione.

Con 1.400 uomini composti da anglos, Tejanos, indiani ed ex realisti, Toledo incontrò il nemico spagnolo a sud della città. Progettò di attaccare i realisti mentre viaggiavano attraverso una valle lungo la strada Laredo. La mattina dopo, i realisti attirarono i repubblicani in una trappola in una fitta foresta. I repubblicani, senza il permesso di Toledo, marciarono attraverso la sabbia profonda per diverse ore alla ricerca dell’unità di cavalleria, che pensavano fosse un esercito. Arredondo ordinò ai suoi uomini di non sparare finché i ribelli non fossero a quaranta passi da loro. Quando i repubblicani si avvicinarono, erano caldi, assetati e stanchi. Dopo una battaglia di quattro ore, i repubblicani scapparono. La maggior parte di coloro che non sono morti durante la battaglia sono stati catturati e uccisi. Meno di 100 repubblicani fuggirono; Arredondo perse solo 55 uomini.

La spedizione Gutiérrez-Magee del 1812-13 si concluse con la battaglia di Medina. Gli uomini che hanno perso la vita nella battaglia sono per lo più sconosciuti e non celebrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.