All’interno di una macchina da bagno vittoriana

luglio 16, 2019 | 6 commenti

Donne fare il bagno in mare vicino alle loro macchine da bagno. Incisione su legno di J. Leech.
(Wellcome Images)

Durante l’epoca vittoriana, le signore che visitavano la spiaggia pubblica non potevano semplicemente guadare in acqua e godersi una nuotata tonificante. Per proteggere la loro modestia, la maggior parte delle donne in vacanza al mare ha utilizzato una macchina da bagno. Anche se il nome mette uno in mente di un dispositivo meccanizzato, una macchina da bagno era in realtà niente di più che uno spogliatoio di legno istituito su due ruote. L’interno era solitamente dotato sia di una porta d’ingresso che di una porta d’uscita, e generalmente presentava panche su entrambi i lati e ganci sulle pareti.

Un bagnante entrava nella macchina completamente vestito, a quel punto—mentre l’occupante si cambiava in costume da bagno—la macchina veniva agganciata a un cavallo e trascinata in mare. Il bagnante potrebbe quindi scendere attraverso la porta di uscita direttamente in acqua. Per proteggere ulteriormente la privacy di una signora, la maggior parte delle porte di uscita sono state dotate di una tenda di tela o un ombrello per proteggere la signora dalla vista fino a quando non è stata sommersa sotto le onde.

Una donna che regge una tettoia attaccata a una macchina da bagno. Incisione su legno.
(Wellcome Images)

Il processo di cambiare i vestiti all’interno di una macchina da bagno non è stato senza difficoltà. I cartoni vittoriani abbondano di bagnanti che vengono spintonati mentre la loro macchina viene trascinata nell’acqua. La pubblicazione del 1865 All About Margate and Herne Bay descrive l’esperienza di una festa di bagnanti vittoriani in vacanza:

“Dopo un po’ ci ritroviamo in possesso di una macchina con una porta blu e un tappeto molto bagnato all’interno, e ci sentiamo insultati facendoci consegnare due asciugamani che non sono più grandi di fogli di carta assorbente. Proprio mentre stiamo per rimostrare, la scatola di sobbalzi inizia a muoversi, e veniamo mandati a sbattere da un lato all’altro come una navetta di un tessitore. È peggio che cavalcare in un carro di fieno, e ci impressiona con la convinzione che siamo setacciati come cenere.”

Un uomo vestirsi in una macchina da bagno. Incisione su legno di J. Leech.BR (Immagini Wellcome)

Un uomo vestirsi in una macchina da bagno. Incisione su legno di J. Leech.
(Wellcome Images)

Macchine da bagno erano noti anche per servire un altro scopo. Durante la corsa vacanza, quando i visitatori al mare di gran lunga in inferiorità numerica le camere d ” albergo disponibili e le case in affitto, alcuni proprietari di macchine balneari intraprendenti hanno preso ad affittare le loro macchine fuori come camere per singoli signori. Secondo un’edizione del 1868 di Punch:

“La tradizione afferma che in più di un’occasione, quando la corsa per le camere è stata eccessiva, questi veicoli anfibi sono stati fatti uscire come appartamenti per dormire.”

Macchine da bagno epoca vittoriana erano disponibili per entrambi i sessi. Le macchine degli uomini erano generalmente situate all’estremità opposta della spiaggia da quella delle donne, a volte fino a un quarto di miglio di distanza. Questo per impedire a uomini e donne di fare il bagno insieme. La balneazione mista—nota anche come balneazione promiscua-era vietata nella maggior parte delle spiagge pubbliche.

Tre uomini che guardano attraverso i telescopi giovani donne che fanno il bagno in mare.
(Wellcome Images)

Anche se le macchine da bagno possono sembrare un’idea antiquata oggi, sento che hanno ancora qualche piccolo appeal. Quanti di noi che sono timidi o autocoscienti nei nostri costumi da bagno non preferirebbero un tale modo di entrare in acqua? Poi di nuovo, se indossassimo la necessaria tunica di lana al ginocchio e pantaloni turchi che componevano un costume da bagno di metà vittoriano, non suppongo che ci sarebbe molto di cui essere consapevole.

Nota dell’autore: Ho dovuto fare molte ricerche sul mare vittoriano per la mia serie USA Today bestseller Parish Orphans of Devon, ma mai così tanto come ho fatto per una narrativa conveniente (Parish Orphans of Devon, Book 3). Dovrebbe essere fuori a fine ottobre. Preparatevi per costumi da bagno, macchine da bagno, e un viaggio a Margate vittoriana! Fino ad allora, se vuoi saperne di più sui costumi da bagno vittoriani e le vacanze estive in spiaggia, dai un’occhiata a questi articoli dai miei archivi:

Promiscua di Balneazione a Margate

Mare Moda del 19 ° Secolo

Moda e di Bellezza essenziali per un 19 ° Secolo Vacanze Estive

Mimi Matthews è il USA Oggi autore del bestseller Matrimoniale Pubblicità, Il Pug Che il Bit di Napoleone, e Una Signora Vittoriano Guida per la Moda e la Bellezza. Studia e scrive su tutti gli aspetti della storia del XIX secolo – dagli animali, arte, e galateo alla moda, bellezza, femminismo, e la legge.

Fonti

Tutto su Margate e Herne Bay. Londra: W. Kent & Co., 1865.

Una guida pratica ai luoghi di irrigazione e balneazione del mare sulle coste del Kent, Sussex e Hampshire, tra cui L’isola di Wight, ecc., London: Cradock & Co., 1848.

Punch, Vol. 54-55. London: Punch Publications, 1868.

Disponibile ora

The Matrimonial AdvertisementParish Orphans of Devon, Book 1

England, 1859. Quando l’ex capitano dell’esercito Justin Thornhill mette un annuncio per una moglie, la misteriosa signora che appare sulla sua porta di casa non è proprio quello che si aspettava.
Per saperne di più o leggere un estratto

Ordina oggi

ebook: $3.99 / brossura: $16.99 / audiolibro: $21.99

Amazon/Barnes& Noble | Kobo | Apple/GooglePlay

Elogio per la pubblicità matrimoniale

“Per questa impressionante storia d’amore vittoriana, Matthews crea una storia che brilla di chimica e impressiona con un forte sviluppo del personaggio an un eccellente lancio della serie che piacerà ai fan di Loretta Chase e Stephanie Laurens.”- Publishers Weekly

“Matthews’ serie opener è un piacere colpevole, pieno di belle persone, damigelle in difficoltà, e l’abbondanza di testosterone…It e’ una storia ben scritta e coinvolgente che è più di una semplice storia d ” amore.”- Kirkus Reviews

” Matthews ha un talento per la creazione di chimica lenta costruzione e una trama intrigante con un tocco di storia sociale.”- Library Journal

“Una trama intrigante e un’ambientazione inquietante lasciano il lettore immerso in questo impressionante lancio della serie.”- Barnes & Noble (20 libri Indie preferiti del 2018)

” Ho assaporato ogni parola di questa meravigliosa storia d’amore storica e non volevo che finisse.”- Jane Porter, NYT e USA Today autore di bestseller

” Una storia d’amore gotica straziante…L’eroe ha il passato oscuro di Mr. Rochester e l’emozione strettamente al guinzaglio di Mr. Darcy, ma è un vero eroe romantico in ogni senso della parola. L’atmosfera storica è di prim’ordine, così come la scrittura. L’ho adorato!”- Caroline Linden, USA Today autore di bestseller

” Una storia d’amore in stile vittoriano molto piacevole sensation ho apprezzato ogni minuto di questo libro caldo e affascinante.”- KJ Charles, editore e autore nominato da RITA

© 2015-2021 Mimi Matthews

Per informazioni esclusive sulle prossime uscite di libri, omaggi e altre prelibatezze speciali, iscriviti alla newsletter di Mimi THE PENNY NOT SO DREADFUL.

Puoi anche connetterti con Mimi su Facebook e Twitter.

  • Condivisione
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Pinterest
  • Condividi su Tumbler
  • Condividi su Linked In
  • Condividi su Google+
  • Condividere via e-Mail

Categorie: 19 ° Secolo, Amazon Feed del Blog, Storia Britannica, Il Visconte e il Vicario Figlia del Tag
: Macchine da bagno, Beachwear, Margate, Bagni pubblici, Mare, Vacanze al mare, Nuoto, Epoca vittoriana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.